elevatori_mag_africa
(da Elevatori Magazine) Gli ascensori in Africa… i nuovi trend di crescita
30/09/2019
boomtown
La “BOOMTOWN” Americana
13/02/2020

Il mercato australiano degli ascensori

Al netto dei cambiamenti e del declino economico globale legato alla recente diffusione del virus Covid19, il mercato australiano è sempre stato un “osservato speciale” anche nel settore ascensoristico ed in generale urbanistico-edile. In particolare, il mercato australiano di scale mobili e ascensori si è attestato a 295,5 milioni di dollari già nel 2018 e si prevede che raggiungerà $ 410,7 milioni entro il 2024, con un CAGR (il cosiddetto “Compound annual growth rate” ovvero il tasso di crescita annuale) di circa il 6% (fonte Report Linker). La crescita è sostenuta dalla crescente adozione di ascensori tecnologicamente avanzati, dall’urbanizzazione crescente e dagli investimenti crescenti nei settori dell’edilizia e del commercio al dettaglio nel paese. Inoltre, la domanda di ascensori “low-cost” è nettamente in aumento, e questo spinge i produttori a introdurre prodotti avanzati nel mercato, stimolandolo così ulteriormente. Tuttavia, i costi elevati legati alla conformità e alle normative rigorose possono rappresentare una sfida. Ovviamente la crescita del settore e strettamente connessa allo sviluppo urbanistico e alla crescita demografica. Infatti man mano che la popolazione australiana cresce, è necessaria ulteriore territorio urbano. In Australia, la crescita della popolazione tende a concentrarsi maggiormente nei sobborghi esterni, nei centri urbani, nelle aree urbane di riempimento e lungo la costa. Le nostre grandi città continuano ad espandersi in aree naturali ai margini delle città, nonostante i noti problemi associati a maggiori costi infrastrutturali, mancanza di servizi, dipendenza dall’auto, scarso accesso al lavoro e ridotta agricoltura e spazi aperti (Newton 2012). A Melbourne, il 50% delle circa 40.000 nuove abitazioni costruite ogni anno si trova in nuovi siti (Buxton 2014). Per le regioni rurali, i processi di spopolamento, il declino demografico, l’invecchiamento e le minacce alla redditività socioeconomica della comunità si mescolano a modelli differenziati di ripopolamento e consolidamento e problemi di gestione della crescita.