art1 c
La nave dei record con ascensori e piattaforme con accesso facilitato per passeggeri con mobilità ridotta
04/06/2018
Norme ascensori
Norme ascensori: cosa dice il nuovo regolamento in tema di sicurezza
13/06/2018

Quanti impianti elevatori ci sono in Italia? Analisi sui piani della gestione, della manutenzione, della sicurezza, dell’efficienza energetica degli ascensori

art 2 b

art 2 aQuanti impianti elevatori ci sono in Italia? Circa 960 mila. Quasi un milione… Molti, anzi moltissimi! Gli addetti ai lavori sanno che l’Italia è il secondo Paese al mondo per numero assoluto di ascensori dopo la Cina (circa a pari merito con la Spagna) e che l’industria italiana degli ascensori è un fiore all’occhiello del Made in Italy con un fatturato totale di 2,3 miliardi di euro nel 2016 e una bilancia commerciale con l’estero positiva per 630 milioni di euro. Con questi numeri, l’Italia è uno dei grandi player mondiali del settore ascensoristico a fianco di Cina e Germania. Nonostante tutto ciò premesso, nessuno sa esattamente quanti ascensori circolino in Italia, quando siano stati installati né precisamente dove. Gli ascensori sono di fatto sistemi di trasporto che compiono quasi 100 milioni di corse al giorno. Inoltre, se da un lato il parco ascensori italiano è il più grande fra quello degli Stati europei, esso detiene anche un primato negativo, ossia quello di essere il più datato:

  • almeno il 60% degli ascensori in servizio è in funzione da più di venti anni
  • quasi il 40% da oltre trenta anni con evidenti ricadute sui piani della gestione, della manutenzione, della sicurezza, dell’efficienza energetica.

Un’anagrafe nazionale degli impianti elevatori avrebbe certamente delle ricadute positive sul piano operativo e potrebbe interessare proprio tutti gli operatori della filiera”. Ed è proprio la Commissione europea, attraverso il tavolo tecnico Lifts Working Group – comitato incaricato di seguire l’applicazione della Direttiva ascensori 2014/33/UE negli Stati membri – ad aver più volte sollecitato gli Stati membri  effettuare un censimento del parco ascensoristico e a dotarsi di un registro che riassuma e renda disponibili i dati in merito a ogni singolo elevatore installato (ascensori, piattaforme elevatrici, monta-auto ecc.) a chi interessato. ,La Spagna è una delle poche realtà che è riuscita a implementare un database unico nazionale. Ancora più in là si è spinta la città di New York, che ha reso pubbliche le informazioni relative al proprio parco ascensoristico urbano (76.000 impianti fra ascensori e scale mobili): chiunque, connettendosi al sito web dedicato4 accede a un’open database che contiene informazioni dettagliate in merito a ogni singolo ascensore operante (portata, lunghezza della corsa, velocità, incidenti segnalati, ecc.). La sicurezza è il principale obiettivo di un’anagrafe nazionale degli ascensori e degli impianti elevatori. Conoscendo l’origine e la storia di ogni ascensore, sarebbe possibile monitorare ciascuna macchina, prevedere alcuni guasti, riconoscere le urgenze anticipatamente, ottenere statistiche, pianificare coscientemente azioni di intervento sugli impianti più vecchi e generare economia su aspetti di reale utilità. (fonte Elevatori)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi